terzo occhio

ADS



Clicca su mi piace





Posts Tagged ‘terzo occhio’

postheadericon La meditazione cambia la struttura del cervello.

Anche se i buddisti e gli scienziati che nel mese di ottobre hanno trascorso 5 giorni a casa del Dalai Lama in India sono venuti fuori diversi punti di vista sul problema della reincarnazione e il rapporto della mente con il cervello hanno dimenticato le loro differenze per il bene di un obiettivo comune. Si sono riuniti sotto l’ombra dell’Himalaya per discutere uno dei temi più caldi nel campo delle neuroscienze.

Il Cervello Infinito
Alle frontiere della neuroscienza: storie di persone che hanno cambiato il proprio cervello

Voto medio su 2 recensioni: Sufficiente

€ 21

Alcuni studi hanno scoperto le capacità del cervello di cambiare la sua struttura e funzione in particolare espandendo e rafforzare l’uso della materia grigia. Inoltre si è scoperto che chi suona un pianoforte O’Keefe arpeggi le parti del cervello che controllano l’indice e il medio si fondono quindi si evince che le abitudini e le capacità che col tempo si ottengono riescono a modificare anche la struttura cerebrale.

Ma di recente, gli scienziati si sono chiesti se il cervello può cambiare sotto l’influenza di segnali mentali, infatti i buddisti con la loro secolare tradizione della meditazione permette di condurre un esperimento e determinare se cambiare l’idea della materia cerebrale fisica .

Quindi con il permesso del Dalai Lama si sono potuti studiare i cervelli di alcuni buddisti monaci, e di monaci novizi, intenti alla meditazione spirituale per ogni giorno.

I risultati hanno mostrato Che l’attività cerebrale dei novizi e l’attività cerebrale dei monaci sono estremamente diverse Infatti i monaci hanno mostrato un forte aumento dell’attività cerebrale ad alta frequenza le così dette onde gamma. queste onde sono considerate la caratteristica principale dell’attività dei neuroni che collega tra loro lontani parti del cervello come base per una maggiore attività mentali.

ma non solo hanno analizzato il cervello anche con una risonanza magnetica e gli scienziati hanno identificato a reattive durante la meditazione attività nella corteccia prefrontale sinistra destinata ai pensieri positivi, Mento nel lobo frontale destro destinata ai pensieri negativi si sono rivelate minime segnali. Ma non solo, la parte del cervello dove risiedono i pensieri positivi, era cambiata, mentre nei novizi, quella parte era rimasta invariata.

Pertanto, vi è la possibilità che il cervello, come proprio corpo, può essere modificata a piacere. proprio come la ginnastica forma i muscoli e gli esercizi mentali riescono a fortificare e tonificare cervello rendendolo anche giovane.

postheadericon I contattisti chi sono?

Il contattisti o contattati sono persone che affermano di avere contatti diretti con gli extraterrestri.

I contattisti hanno riferito che hanno ricevuto dei messaggi da esseri extraterrestri, questi messaggi possono essere sia di natura scientifica sia di natura filosofica.
Questi incontri possono essere innumerevoli, oppure di una sola ed unica volta.

Il fenomeno culturale di contattisti nacque tra il 1940 e  il 1950, ma anche oggi esiste una folta schiera di persone che affermano di comunicare con gli alieni.
Alcuni hanno condiviso i loro messaggi e molti hanno rilasciato dei veri propri bollettini ho parlato di convenzioni ufo.

C’è da fare però una differenziazione tra gli addotti e contattisti, infatti i primi vengono rapiti dagli alieni quindi hanno un incontro ravvicinato del terzo se non del quarto tipo, i contattisti invece parlano con gli alieni per via cerebrale, e non hanno nessun contatto diretto con queste creature.
Uno dei primi contattisti del mondo e Stato George Admaski, nel 1952.

Questo signore ha rivelato di essere stato in contatto con gli alieni, questi gli hanno fatto vedere l’interno delle astronavi, è andato su dei pianeti sconosciuti ancora, e terrestri, e di aver viaggiato in enormi navi madre, dichiara anche di essere stato su pianeti come Marte e Venere Giove e Saturno.

Eppure l’uomo non si è mai mosso da casa, i viaggi erano stati fatti soltanto telepaticamente.


Dopo George Adamaski, vennero fuori allo scoperto innumerevoli persone che sostenevano di essere in contatto con i dischi volanti e con gli alieni su ognuno di loro aveva vissuto un’esperienza diversa dall’altro, ma c’è da chiedersi, tutte queste persone, sono realmente state contattate da entità extraterrestri oppure sulla scia che Giorge Adamaski, avevo cominciato, altre persone si sono letteralmente inventate di essere in contatto con gli extraterrestri, per guadagnare denaro o per avere quel minimo di celebrità che volevano?

Anche oggi ci sono persone che sostengono di essere in contatto con entità aliene, ma la grande paura è che per un briciolo di popolarità su youtube, o in trasmissioni televisive, molti possono inventare delle storie e delle situazioni non vere.

Resta a noi analizzare bene tutte le storie che contattisti ci raccontano, per arrivare finalmente alla verità.

postheadericon La ghiandola pineale

Read the rest of this entry »

DrSplatter consiglia

Grazie per la visita