ADS



Clicca su mi piace





Archive for luglio, 2016

postheadericon L’inquinamento atmosferico distrugge la psiche.

Ogni giorno soprattutto al mattino quando si esce di casa si sente la freschezza dell’aria cristallina, un lusso costoso per i residenti delle grandi città, nel corso del tempo le particelle nocive si accumulano nell’atmosfera, ed edifici, piazze, e lungo le strade si forma uno smog pervasivo. Di conseguenza il corpo umano sta vivendo una carenza di ossigeno che influenza notevolmente la sua salute.

Questo problema è stato a lungo studiato dagli scienziati di tutte le università del mondo e hanno condiviso le conclusioni pubblicamente: gli scienziati dell’Università del Montana avvertono del fatto che i bambini respirano aria inquinata, il cervello non riesce ad avere abbastanza ossigeno e hanno una memoria a breve termine, e l’intelligenza può anche diminuire.
Se si vive in una zona dove c’è un deficit di aria pura, potrebbe svilupparsi un infiammazione del cervello o di malattie neurodegenerative, in particolare il morbo di Parkinson o di Alzheimer.


Gli esperti della Max Planck Institute, hanno scoperto che l’inquinamento atmosferico provoca notevolmente reazioni allergiche umane. Alcuni allergeni sono più aggressivi sotto l’influenza di gas, biossido di azoto, e ozono troposferico.

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Edimburgo, ha individuato una relazione tra inquinamento atmosferico e ictus. Gli scienziati hanno raccolto e analizzato i risultati di 103 studi condotti in 28 paesi, hanno studiato gli effetti sulla salute umana su gas come monossido di carbonio, biossido di zolfo, biossido di azoto, e ozono di dimensioni di piccole particelle e grandi dimensioni 10 micrometri. Come si è scoperto l’ozono ha un effetto piuttosto debole sullo sviluppo dell’ictus, tuttavia la presenza nell’aria di polveri sottili aumentato il rischio di ospedalizzazione o di morte a causa dell’ictus.

I dipendenti della John Hopkins University, e la Harvard University, Hanno esaminato l’effetto dell’inquinamento atmosferico sulla sensazione di ansia, disturbo d’ansia, una condizione mentale in cui una persona sperimenta un allarme costante non associata a situazioni specifiche.

Delle circa 71.000 donne di età compresa da 57 a 85 anni il 15% degli specialisti hanno trovato una manifestazione di disturbo d’ansia, in larga misura la comparsa di sintomi influenzata dalla presenza nell’area di particelle solide fini.

Con la conclusione triste dei ricercatori della University of Utah, che hanno studiato gli effetti delle variabili chimiche e meteorologiche sul tentativo di suicidio, si è scoperto che il biossido di azoto e le polveri sottili nell’aria in contrazione con altri fattori influenzano lo stato mentale di una persona in modo egli può perdere la voglia di vivere.
Purtroppo non possiamo sempre cambiare le circostanze, ma tuttavia siamo in grado di fare qualcosa per rendere il mondo migliore e Sano, ad esempio se osserviamo la pulizia ovunque, stiamo dando il nostro piccolo contributo alla salvaguardia dell’ambiente nel mondo. inoltre utilizzando materiali di alta qualità il carburante ecologico, ci prendiamo cura di questo nella nostra città per così respirare un po’ di aria pulita.

postheadericon Quando gli alieni attaccano gli umani

Molto spesso quando si parla di alieni, si pensa che vengano in pace o a studiare i comportamenti umani, ma ci sono stati casi dove incontri ravvicinati del terzo tipo, si sono rivelati fatali, o hanno avuto conseguenze molto gravi. Di seguito vengono riportati alcuni esempi:

Il contadino tramutato in gelatina.

Un contadino brasiliano di 40 anni ha visto nel cielo una palla incandescente, preso dalla curiosità, convinto che poteva essere un UFO, l’uomo senza paura sì reco verso l’oggetto, disarmato, perché era convinto degli alieni venissero in pace.

Ma a un certo punto la palla di fuoco (come la chiamava lui) sparo’ un raggio luminoso che lo colpì in pieno. Impaurito andò a casa, apparentemente quel raggio luminoso non gli aveva procurato nessuna lesione, ma dopo poche ore si accorse di star male.
Ben presto la sua pelle impallidì diventando sottile e trasparente, addirittura attraverso di essa si potevano vedevano i muscoli e vasi sanguigni i nervi e le ossa. La sera stessa la sua pelle comincio a scoppiare, i muscoli caddero dall’osso. Ben presto l’uomo si dissolse in una disgustosa e maleodorante sostanza molto simile alla gelatina. Rimasero intatte solo le ossa…


Il caso Victor Burikova.

Un altro caso eclatante si è verificato nel mese di ottobre del 1984 al signor Victor Burrikova, un uomo che viveva a Rostov. Camminando nel bosco vide nella radura un oggetto misterioso simile ad una gigante ciotola metallica, ad un certo punto dal portello nel lato dell’oggetto si abbasso’ una scala. Senza pensarci due volte, Victor si avvicinò all’entrata del disco volante, improvvisamente l’uomo si paralizzò non riuscendosi più a muovere, quindi dalla scala scesero due alieni, che lo portarono all’interno del disco volante, lo misero su un tavolo operatorio in faccia all’ingiù e gli alieni cominciarono a operare su di lui con dei strani utensili. Addirittura racconto’ che gli alieni gli avevano infilato nella spina dorsale una grossa vite metallica. Dopo il rapimento Victor si trovò disteso in un campo. Tornato a casa dopo pochi giorni si senti male, e morì. I medici non riuscirono a spiegare la causa della sua morte.

Gli UFO e la psiche.

Molto spesso però gli alieni non uccidono ma lasciano un impatto negativo sulla psiche dei terrestri. Così un residente di Saint Pierre Reunion, in Francia, mentre stava facendo una passeggiata lungo la riva del mare ha visto un oggetto misterioso simile ad un cappello.
l’oggetto aleggiava nelle vicinanze dell’ uomo che era rimasto a guardarlo incuriosito, improvvisamente l’uomo entro in quello Stato che si chiama buco temporale, infatti il tempo si era fermato lui si trovò seduto sulla spiaggia. Il disco volante era scomparso. l’uomo andrò dalla polizia, e insieme si recarono sul luogo dell’apparizione, arrivati sulla spiaggia dell’avvistamento, l’uomo cadde in una sorta di trance, come se gli alieni gli volessero impedire di parlare della sa esperienza.

L’uomo non morì ma ogni volta che tenta di ricordare ciò che gli era successo, cade in uno stato di trance. Molti ufologi sostengono che il suo cervello è connesso con quello degli alieni, dove gli mandano degli impulsi a distanza, molto probabilmente durante il buco temporale, gli esseri spaziali gli hanno impiantato un congegno.

postheadericon La meditazione cambia la struttura del cervello.

Anche se i buddisti e gli scienziati che nel mese di ottobre hanno trascorso 5 giorni a casa del Dalai Lama in India sono venuti fuori diversi punti di vista sul problema della reincarnazione e il rapporto della mente con il cervello hanno dimenticato le loro differenze per il bene di un obiettivo comune. Si sono riuniti sotto l’ombra dell’Himalaya per discutere uno dei temi più caldi nel campo delle neuroscienze.

Il Cervello Infinito
Alle frontiere della neuroscienza: storie di persone che hanno cambiato il proprio cervello

Voto medio su 2 recensioni: Sufficiente

€ 21

Alcuni studi hanno scoperto le capacità del cervello di cambiare la sua struttura e funzione in particolare espandendo e rafforzare l’uso della materia grigia. Inoltre si è scoperto che chi suona un pianoforte O’Keefe arpeggi le parti del cervello che controllano l’indice e il medio si fondono quindi si evince che le abitudini e le capacità che col tempo si ottengono riescono a modificare anche la struttura cerebrale.

Ma di recente, gli scienziati si sono chiesti se il cervello può cambiare sotto l’influenza di segnali mentali, infatti i buddisti con la loro secolare tradizione della meditazione permette di condurre un esperimento e determinare se cambiare l’idea della materia cerebrale fisica .

Quindi con il permesso del Dalai Lama si sono potuti studiare i cervelli di alcuni buddisti monaci, e di monaci novizi, intenti alla meditazione spirituale per ogni giorno.

I risultati hanno mostrato Che l’attività cerebrale dei novizi e l’attività cerebrale dei monaci sono estremamente diverse Infatti i monaci hanno mostrato un forte aumento dell’attività cerebrale ad alta frequenza le così dette onde gamma. queste onde sono considerate la caratteristica principale dell’attività dei neuroni che collega tra loro lontani parti del cervello come base per una maggiore attività mentali.

ma non solo hanno analizzato il cervello anche con una risonanza magnetica e gli scienziati hanno identificato a reattive durante la meditazione attività nella corteccia prefrontale sinistra destinata ai pensieri positivi, Mento nel lobo frontale destro destinata ai pensieri negativi si sono rivelate minime segnali. Ma non solo, la parte del cervello dove risiedono i pensieri positivi, era cambiata, mentre nei novizi, quella parte era rimasta invariata.

Pertanto, vi è la possibilità che il cervello, come proprio corpo, può essere modificata a piacere. proprio come la ginnastica forma i muscoli e gli esercizi mentali riescono a fortificare e tonificare cervello rendendolo anche giovane.