ADS



Clicca su mi piace





Archive for marzo, 2013

postheadericon Impianto Alieno nel cranio di Napoleone

Molti sostenitori di complotti alieni, affermano che questi ci hanno già visitato in passato, non solo per rapire i terrestri, ma anche per insegnare agli abitanti della terra nozioni scientifiche e tecniche.

E’ stata fatta un importante scoperta, che se risultasse vera, sarebbe la prova dell’esistenza degli extraterrestri.

Infatti alcuni scienziati esaminando il teschio di Napoleone Bonaparte hanno trovato uno strano oggetto simile ad un microchip, e questo farebbe pensare che Napoleone sia stato rapito dagli alieni.  Ma come sappiamo che gli alieni rapiscono molto spesso persone normali, e questo farebbe pensare che l’ipotetico rapimento dell’imperatore sarebbe stato casuale,
Il Dr. Dubois esaminando con cura il cranio di Napoleone, ha scoperto che incastrato in un punto difficilmente visibile si trovava un oggetto molto particolare, soltanto esaminando l’oggetto molto attentamente si è scoperto che era un potentissimo microchip di provenienza non terrestre.


Dalla crescita dell’osso intorno al chip, si è arrivati alla conclusione che probabilmente il l’oggetto è stato impiantato quando Napoleone aveva solo 25 anni. Caso vuole che proprio a quell’età il ragazzo scomparve per qualche giorno. Egli stesso affermerà che era stato prigioniero durante il golpe di Themidorian, ma non ci sono prove che il racconto dell’imperatore sia vero.
Di una cosa siamo certi, è che proprio a quell’età Napoleone comincio’ la sua ascesa politica e di grande condottiero, vincendo ogni battaglia con strategie di guerra molto moderne e all’avanguardia. E’ possibile che quel microchip potesse in qualche modo essere in mano agli alieni che davano informazioni tramite impulsi elettrici? Oppure sempre grazie a questi impulsi, è possibile che veniva in qualche modo inibita la funzione del cervello che regola la paura e il coraggio? Siamo di fronte ad una scoperta incredibile o alla solita bufala?

Ebook - Spychips
Le multinazionali e i governi progettano di sorvegliare ogni nostra mossa.

 

postheadericon Il cranio di Onavas

Incredibile ma vero, il teschio di Starchild non è solo, infatti sempre in Messico, sono stati trovati tredici scheletri, la particolarità’ di questi ritrovamenti è il teschio, che ha la calotta cranica allungata. Il Test del carbonio 14 ha stabilito che questi misteriosi esseri hanno 1000 anni, (guarda caso proprio come il teschio di Starchild).

Ma l’archeologa Cristina Garcia Moreno, dell’Arizona State University, non crede che questi ritrovamenti appartengano a degli Alieni. Infatti osservando questi resti, ha stabilito che sono umani, anche il test del DNA lo confermerebbe.


I teschi allungati, sono in realtà’ una pratica molto usata dagli indigeni, che grazie ad un bendaggio fatto in modo particolare dall’infanzia, riuscivano ad ottenere questi inquietanti risultati.

Questa pratica era conosciuta anche da altri popoli, come ad esempio i Nazca, e anche in questo caso sono stati rinvenuti corpi mummificati alcuni dei quali presentano un cranio allungato.

Ma gli Ufologi sono di un altro parere, se è pur vero che le ossa e il cranio appartengono ad esseri umani, l’allungamento del cranio e’ da considerarsi un emulazione, gli alieni scesi sulla terra, hanno tramandato alle popolazioni del tempo questi strani rituali.

Ad avvalorare questa tesi, è che si sono trovati molti teschi con il cranio allungato allo stesso modo in tutto il mondo, anche tra civiltà’ diverse tra loro. Questo spiegherebbe che la terra è stata invasa in passato dagli alieni, tramandando i loro usi e costumi.

 

Il Serpente Cosmico
Il DNA e le origini della conoscenza